Senza categoria

Febbraio

Sono contenta di stare scrivendo questo post, perché vuol dire che febbraio sta finalmente finendo. Non ho nulla contro di lui, beninteso, anche perché è il mese del mio compleanno… a marzo però mi aspetto di ricevere delle risposte per i miei progetti e non vedo davvero l’ora di poterle avere, positive o negative che siano.

Febbraio è stato un mese da encefalogramma piatto, all’insegna dell’attesa e della paura di fare un passo sbagliato, di prendere decisioni mentre c’erano molte altre cose in ballo e, naturalmente, della difficoltà nel gestire un periodo così particolare. Alla fine qualcosa si è smosso, qualcosa che mi era già stato preannunciato a gennaio e che mi terrà impegnata per tutto l’anno. Anche per questo non vedo l’ora di iniziare marzo, di voltare pagina e lasciarmi alle spalle il ricordo delle settimane più monotone per dedicarmi ai miei progetti e dunque a me stessa.

Si è trattato di un mese particolare anche per il clima straordinariamente caldo della mia città, con i primi uccellini che cinguettano fra i boccioli sui rami; l’anno scorso ero alle prese con la neve, quest’anno invece mi sono ritrovata a gestire dei presagi di primavera che non riuscivo a tradurre in cambiamenti nella mia vita. Diventa davvero frustrante non poter condividere l’energia di ciò che ti circonda, del cielo azzurro e del sole già caldo, tossendo per l’eccessivo inquinamento e per i pesi che serrano la gola.

Ho dovuto aspettare lunedì per vedere i segni della primavera anche nella mia vita e lavorare su me stessa per rapportarmi con gli altri, adulti e ragazzi, che condividono con me questo progetto appena intrapreso. Sto facendo del mio meglio per adattarmi, per trovare qualcosa di bello e utile anche nelle situazioni più “inutili”.
Ora che il focus della mia vita sono di nuovo io, con le mie idee e i miei interessi, so di poter contribuire, nel mio piccolo, a questo progetto della mia città per i miei concittadini, in primis noi che vi prendiamo parte e diventiamo persone sempre più consapevoli dei propri diritti e delle proprie potenzialità. Credo di non poter desiderare di meglio in questo momento della mia vita.

Marta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...